GHIRLANDA FAI DA TE

Se avete la fortuna di abitare in campagna, o magari facendo una passeggiata, potreste trovare una vite selvatica. Vicino a casa mia ne cresce una, non fa uva ed rimane un infestante da potare, nel periodo estivo la lascio crescere così nel mese di novembre la poto prendendo i rami più lunghi.

 

 

Con l’aiuto di una cesoia leviamo tutti i rametti laterali, lasciando solo il ramo centrale.

Ora possiamo iniziare ad arrotolare il primo ramo, tenendo l’inizio con la mano e passandolo sotto, cerchiamo di mantenere sempre lo stesso verso e dal secondo giro infileremo il ramo principale verso il centro.

Quando abbiamo finito il primo ramo incastreremo l’inizio del secondo tra i due/tre giro del primo e ricominceremo a girare dal dietro verso il davanti, con pazienza per evitare che il ramo si rompa ( per renderli più morbidi possiamo metterli in ammollo in acqua tiepida per una notte).

Andate avanti sempre nello stesso modo utilizzando tutti i rami che avete oppure se avete raggiunto lo spessore che desiderate finite l’ultimo ramo incastrando il finale in mezzo ai giri precedenti.

 

Ora potete abbellire la vostra ghirlanda secondo il vostro gusto.